BUDO

Il BUDO ha debuttato con delle tecniche di combattimento corpo a corpo in uso sui campi di battaglia del Giappone medioevale. Con il passare del tempo, il Budo viene a rappresentare lo spirito samurai. Tecniche d'allenamento speciali furono preparate per chi cercava di realizzare un modello di vita attraverso le arti marziali. Queste discipline hanno molto contribuito a formare il carattere dei loro aderenti ed hanno permesso al Budo di divenire uno sport moderno. Queste discipline hanno contribuito alla formazione del codice di comportamento (BUSHIDO) militare dell'era feudale giapponese. I seguenti precetti ne sono la spiegazione:

- Esercitare il corpo, coltivare lo spirito e migliorare il comportamento insegnandone le tecniche.
- Unione di spirito, di pensiero e di forza.
- Cominciare con un saluto e terminare con un saluto.

La competizione non è un mezzo con cui giudicare dei vincitori o dei perdenti, ma per dimostrare i propri sforzi nell'insegnamento di sè: combattendo con tutte le forze, insegnando le forme e le tecniche corrette così come le buone maniere, rimanendo modesto nella vittoria e senza vergogna nella sconfitta. Un insegnante deve guidare i suoi allievi e servire egli stesso da esempio. Gli allievi chiamano il loro insegnante "MAESTRO", dimostrando sia confidenza che rispetto nel suo confronto. Lo spirito dell'insegnamento che si è sviluppato in Giappone, si manifesta nel detto che enuncia: "La fermezza di un insegnante testimonia il suo rispetto per la Via; non camminare sopra l'ombra dell'insegnante" (ciò significa essere modesti e rispettosi verso il proprio insegnante).

Il luogo dove si pratica il BUDO si chiama DOJO, parola che significa letteralmente "diritto alla via". È qui che i regolamenti del Budo sono applicati. L'ambiente è mantenuto impeccabile, austero, privo d'ogni pericolo ed in ordine, e l'insegnante come gli allievi si formano rispettando un'etichetta severa, che comprende delle posture sedute formali, quanto altre forme d'autodisciplina. Il Budo è diventato adesso uno sport internazionale. Una comprensione corretta del Budo giapponese, ne aiuta la diffusione. Invece di ricercare i mezzi per modificare il Budo, e renderlo più accessibile, bisogna piuttosto evidenziare i mezzi per inculcare i valori corretti al movimento mondiale del budo. Sia le dimostrazioni in pubblico del budo tradizionale e moderno che gli scambi onesti d'opinione possono fare molto per migliorare il significato del ruolo di queste discipline e fornire un nuovo punto di partenza al Budo nel mondo.






Sito di Daniele Antonelli